Our Blog

Angelo Maisto, fin da bambino pensa al mondo degli oggetti come ad una sorta di “quarto regno”, sospeso tra realtà e immaginazione, che a pieno titolo affianca il regno animale, quello vegetale e minerale.

Le sue passioni sono l’etologia, l’entomologia, la botanica che alimentano costantemente la sua pittura. Questa, risente della profonda ammirazione di Maisto per Hieronymus Bosch, il pittore olandese autore di mondi fantastici, brulicanti di esseri impossibili.

Il “quarto regno” di Maisto è fatto di oggetti recuperati, pipe, scolini, pinze per il bucato e per i capelli, gusci di noci, molle e resti di giocattoli meccanici. L’artista passa dalla realizzazione di oggetti, un universo di piccole sculture giocose e inquietanti, alla loro meticolosa descrizione attraverso il disegno e l’acquerello. Gli esseri del “quarto regno”, infatti, sono ritratti, scomposti e illustrati con occhio analitico, come in un rigoroso trattato naturalistico.

Angelo Maisto nasce nel 1977 a Napoli, dove frequenta l’Accademia di Belle Arti e si diploma in Pittura. Attualmente vive e lavora a Santa Maria Capua Vetere.

Comments ( 0 )