Our Blog

Gabriele Garbolino Rù è uno scultore che guarda ai linguaggi della contemporaneità con un occhio formato nella tradizione figurativa. La sua ricerca è orientata al recupero dell’atto creativo, come processo lento di lavoro e di disciplina, vicino a quello dell’artigiano. La scultura di Garbolino Rù torna a un momento della storia dell’arte, nel quale genio creativo e quotidiana produzione erano ancora ben saldi nella pratica artistica. La necessità di dare forma alle istanze di una comunità, laica o religiosa, con un’arte per la piazza o per la chiesa, riporta l’artista a una dimensione professionale poco frequentata, ma ancora viva.

Per Art Site Fest, Gabriele Garbolino Rù presenta cinque opere recenti, scelte per essere ambientate nel Giardino delle Rose del Castello di Moncalieri. Com’è della filosofia di Art Site, l’artista è chiamato a lavorare sulla relazione tra opera e contesto, con l’attenzione a non fare dello spazio una mera quinta. L’opera deve dialogare con i luoghi, mostrandosi, ma anche nascondendosi, se occorre. Accompagna il visitatore in un percorso di scoperta che non è solo all’opera, ma anche alle architetture, agli spazi verdi, alla storia.

Gabriele Garbolino Rù nasce nel 1974 a Torino. Si diploma in scultura all’Accademia di Belle Arti di Torino nel 1996. A partire dalla metà degli anni ’90, partecipa a numerose mostre collettive tra le quali Vanitas al Museo Sandro Parmeggiani di Renazzo e alla Fondazione Palazzo Bricherasio di Torino (1998), Alluminio tra Futurismo e contemporaneità al Museo del Cassero di Montevarchi (2013), Holy Mistery nella Chiesa del Sacro Volto a Torino (2015) e ArtSite – Residenze Reali (2017). Ha lavorato per importanti committenze pubbliche e religiose ed è autore di molti monumenti.

Comments ( 0 )