Our Blog

I lavori di Güler Ates, nascono da sedute di shooting fotografici che riprendono vere e proprie perfomance tra danza e teatro, contestualizzate per gli ambienti in cui si svolgono. Le modelle di Ates, abbigliate con stoffe colorate e spesso preziose, sono presenze metafisiche che si muovono all’interno di dimore e siti storici. I progetti realizzati sono “site responsive”, ovvero sensibili al contesto, e sono ambientati in luoghi distanti, dall’Inghilterra all’India, dall’Italia al Medio Oriente.

Ates è, infatti, interessata al dialogo tra Oriente e Occidente. “Nell’approfondire i molti rapporti, intessuti nel corso dei secoli, rimango affascinata – dice l’artista – da come la cultura occidentale sia debitrice di forme e immagini a quella dell’Oriente, prossimo o lontano. E da come l’Oriente guardi all’arte europea, da sempre come a una fonte di ispirazione. La nostra epoca spesso dimentica la storia, finendo paradossalmente per allungare le distanze”.

Güler Ates è nata nel 1977 in una regione vicina al confine con l’Armenia, nella Turchia orientale. Attualmente vive e lavora a Londra. Ha studiato al Royal College of Art dove ha ottenuto un Master in Fine Art.

I suoi lavori spaziano dal video, alla fotografia, alla performance e propongono una riflessione sul dialogo tra culture distanti. Ates ha partecipato a diverse residenze, tra queste nel 2018, in Piemonte per Art Site Fest. I suoi lavori sono stati esposti ad Amsterdam, Istanbul, Londra, Napoli, Rio de Janeiro, Delhi.

Comments ( 0 )