Our Blog

Shigeru Saito nasce a Tokyo, in Giappone, nel 1974. Nel 1997 si laurea presso L’Università Meisei di Belle Arti della sua città, ma la sua formazione passa anche attraverso il disegno industriale, l’architettura relazionale e gli studi di ergonomia. Nel 2000 e 2002 espone alla mostra Internazionale di Scultura di Kajima, a Tokio, ottenendo premi e riconoscimenti in entrambe le edizioni. In Giappone frequenta Kunio Kondo, scultore e docente di architettura tradizionale giapponese, amico di Enrico Castellani. Saito resta affascinato dalle superfici estroflesse e introflesse dell’artista italiano, traendo ispirazione per le originali forme geometriche che caratterizzano il suo lavoro.

Caratterizzanti sono anche i materiali che tornano nel lavoro di Saito: marmo, legno, metalli. Attraverso di essi, Saito realizza opere tese tra minimalismo della composizione, virtuosismo geometrico ed equilibrio.

Sono numerose le commissioni pubbliche che gli sono state affidate tra il Giappone e l’Italia, negli ultimi 15 anni. Tra queste, recente è la realizzazione di un’opera per il Palazzo di giustizia di Firenze a seguito di un concorso indetto dal Comune del capoluogo toscano.

Comments ( 0 )