Our Blog

I temi ricorrenti delle opere di Susanna Baumgartner sono il rapporto tra movimento e azione, la metamorfosi, il simbolo e la narrazione. La sua produzione si orienta verso opere in continua trasformazione, il cui aspetto cambia a seconda della luce e del punto di vista dell’osservatore. Le immagini che adotta alludono a una sospensione e un equilibrio instabile tra l’astratto e il figurativo.

Nelle opere site specific, come quella realizzata per il giardino del Castello di Govone, insieme all’installazione per una delle sale interne, il lavoro dell’artista si mimetizza, fin quasi a scomparire, facendosi pienamente parte della natura e del paesaggio.

Nata a Monaco di Baviera, di nazionalità tedesca e svizzera, vive e lavora a Lugano e a Milano. Specializzata in terapeutica artistica, ha insegnato Storia e Modelli dell’Arte Terapia all’ABABO (Accademia di Belle Arti di Bologna) per il Biennio di Didattica dell’Arte; attualmente insegna al CSIA di Lugano. Si interessa di filosofia, letteratura e musica, creando o collaborando a progetti e libri d’arte.

Con l’agronomo del paesaggio Massimiliano Cecchetto ha creato il blog eterotopia, in omaggio a Foucault e alle sue idee, con l’intento di riflettere sulla dimensione ecologica nell’arte, sul paesaggio e il rapporto uomo-natura.

Ha esposto in varie gallerie o musei come la Galleria Toselli, Nowhere gallery, Assab One a Milano, Kunstraum Leccese-Sprüth a Colonia, MADEINBRITALY a Londra, Kunstraum t27 a Berlino, Museo Cantonale d’Arte a Lugano. È autrice dei libri d’artista Eventi a Venire e Resto.

Comments ( 0 )